Rome,
27
Giugno
2019
|
12:51
Europe/Amsterdam

CBRE ADVISOR DI FACEBOOK ITALIA PER IL COMMUNITY HUB BINARIO F A ROMA

CBRE, leader al mondo nella consulenza immobiliare, ha assistito Facebook Italia nelle attività di Project management del nuovo hub Binario F a Roma, appena inaugurato all’interno dell’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs alla Stazione Termini. Il team CBRE ha seguito e gestito l’intera realizzazione, dal concept al project & cost management.

Il progetto, il più grande investimento di Facebook in Italia, è stato sviluppato in due fasi diverse, per permettere che l’hub fosse operativo già alla fine della prima, nel 2018. L’inaugurazione ufficiale, però, si è tenuta martedì 25 giugno, al completamento dell’interno progetto, e ha visto la presenza di Sheryl Sandberg, COO di Facebook.

Alberto Cominelli - Head of Project Management, CBRE Italy
La vera sfida per noi è stata mantenere standard elevati di qualità nonostante la timeline estremamente ridotta e garantire quindi al cliente un controllo costante su costi e avanzamento del cantiere gestendo, al contempo, i rischi derivanti dall’operare all’interno di un ecosistema complesso come Roma Termini. Per riuscire a consegnare nei tempi uno spazio che fosse totalmente fuori dagli schemi, con ambienti adattabili a ogni tipo di utilizzo e sale riconfigurabili, abbiamo sperimentato soluzioni innovative ispirandoci a uno dei motti di Facebook: Move Fast & Break Things.
Alberto Cominelli - Head of Project Management, CBRE Italy

Binario F è un ambiente flessibile disposto su due piani, per un totale di 800 mq circa, e composto da sale training, un Live Studio per le dirette Facebook e Instagram, postazioni di lavoro, aree relax e networking, aree cucina e uno spazio dedicato alle attività all’aperto. La composizione rispecchia perfettamente l’obiettivo: renderlo un luogo aperto alla comunità, uno spazio dedicato alla formazione delle digital skills, alla collaborazione e allo scambio di idee. Tutte le sale hanno un tema e si ispirano ai social del gruppo Facebook (Instagram, Oculus e Whatsapp): questo rende gli ambienti tutti diversi, seppur con un’identità ben definita e con una continuità data dalla presenza dei binari ferroviari.