Milan,
28
Gennaio
2019
|
11:26
Europe/Amsterdam

CBRE ADVISOR DI REGUS PER LA NUOVA APERTURA DI SPACES A ROMA

CBRE, leader al mondo nella consulenza immobiliare, ha assistito Regus, il più grande fornitore al mondo di uffici flessibili, per la nuova apertura di Spaces, un format totalmente innovativo di lavoro flessibile in grado di riunire in un solo ufficio un network internazionale, offrendo un fitto calendario di eventi business, speaker e opportunità di networking. I nuovi spazi si trovano in via Luca Gaurico, nel distretto EUR di Roma: si tratta della seconda apertura del format, inaugurato in Italia lo scorso anno a Milano, Porta Nuova.

L’esclusivo nuovo spazio, totalmente basato sulla flessibilità, ha come concept primario la creazione di una community di lavoro e di networking che include start-up, liberi professionisti, freelance ma anche multinazionali e grandi gruppi.

Spaces occupa sei dei nove piani fuori terra di cui si compone l’immobile, che gode di una posizione estremamente strategica e servita nel cuore del distretto EUR, per un totale di superficie pari a circa 4.500 mq.

Massimiliano Eusepi, Head of CBRE Rome Office - CBRE Italia
Gli spazi interni dell’immobile, che al momento della ricerca era off-market, consentono la massima flessibilità di utilizzo: motivo per cui abbiamo intuito immediatamente  che poteva diventare la sede ideale per un progetto innovativo come Spaces. Questo ci ha permesso di coniugare l’esigenza di spazi modulabili con la necessità del cliente di posizionarsi in una location esclusiva e ben collegata con la rete del trasporto pubblico, le principali vie di comunicazione e il centro Regus già presente nel distretto.
Massimiliano Eusepi, Head of CBRE Rome Office - CBRE Italia
La rivoluzione degli spazi di lavoro è ormai una realtà concreta, anche in Italia. A livello di proporzioni tra dimensioni della città e dei business esistenti e numero di spazi, direi che siamo assolutamente in linea con le principali città europee. Nel 2014 gestivamo nel nostro Paese 10 spazi, siamo arrivati a 50 a fine anno. In termini di numeri assoluti, però, il mercato italiano è ancora contenuto e ricco di opportunità di sviluppo. Assistiamo, comunque, a una considerazione degli spazi di lavoro flessibile come fenomeno mainstream rispetto al passato: culturalmente il servizio sta esplodendo, anche le aziende italiane stanno digerendo la trasformazione in atto. Nell’ultimo anno, la domanda di questo tipo di spazi in Italia è praticamente raddoppiata, segno di un Paese al passo con i tempi.
Mauro Mordini - Country Manager - Spaces Italia

Spaces permette di prenotare gli spazi di lavoro, completamente arredati e provvisti di connessioni e utenze telefoniche, senza limiti di tempo, anche tramite app. È un ulteriore passo in direzione dello Smartworking per la Capitale, che può già contare su altri 8 business center Regus.