Milan,
03
Marzo
2015
|
11:00
Europe/Amsterdam

INVESTITORI INTERNAZIONALI PRONTI A DOMINARE IL MERCATO ITALIANO DEGLI HOTEL NEL 2015

Francesco Calia Nominato Responsabile Hotels di CBRE per l’Italia

Nel corso del 2014 il volume totale delle transazioni nel mercato degli hotel in Italia ha superato i 500 milioni di euro, a conferma del trend che il nostro paese sta attraversando e che è atteso continuare nel 2015, sostenuto dalla forte e crescente domanda di investitori internazionali verso asset alberghieri in Italia. La ripresa del mercato alberghiero in Italia è guidata da una base molto diversificata di investitori stranieri, con acquirenti provenienti da Medio Oriente, Asia, Nord America ed Europa.

CBRE - leader al mondo nella consulenza immobiliare - per rafforzare il proprio dipartimento Hotels e offrire un servizio di consulenza completo e ancor più efficiente, ha nominato Francesco Calia Responsabile del business Hotels in Italia. Francesco proviene da Cushman & Wakefield, dove è stato senior member del team Hotel per sei anni. Precedentemente è stato in Deloitte e Arthur Andersen, dove ha ricoperto per nove anni un ruolo di primo piano nell’attività di advisory, lavorando su deal di primaria importanza del panorama alberghiero italiano. La sua expertise nel settore immobiliare e nell’accoglienza abbraccia non solo il nostro Paese ma anche l’area del Mediterraneo e comprende servizi di consulenza strategica, acquisizione e vendita, consulenza per la selezione di operatori e valutazioni immobiliari.

Alessandro Mazzanti, CEO - CBRE Italia
La nomina di Francesco Calia si colloca in un più generale contesto di rafforzamento strategico del business a livello EMEA, con l’obiettivo di rispondere al crescente interesse degli investitori per il mercato alberghiero italiano con un team in grado di offrire servizi di livello sempre più alto ai nostri clienti.
Alessandro Mazzanti, CEO - CBRE Italia
Francesco Calia, Head of Hotel Italy - CBRE Hotels
Il mercato alberghiero italiano ha registrato un buon aumento della domanda e dei livelli di performance alberghieri nell’ultimo triennio. Le tariffe medie delle camere in Italia sono normalmente più elevate rispetto ad altri mercati europei comparabili, i volumi di turisti sono consolidati nei mercati primari ed inizia ad assottigliarsi la differenza di prezzo degli asset tra venditore e mercato. Tale contesto favorisce il crescente interesse degli investitori internazionali per gli hotel italiani e questa tendenza è attesa in crescita anche per l'anno in corso. Anche dal punto di vista degli operatori alberghieri c’è un interesse elevato per nuove opportunità di gestione. L'Italia tra l'altro sconta una ridotta presenza di catene alberghiere internazionali rispetto ad altri mercati europei (quali UK, Francia e Spagna). CBRE Hotels, forte del suo network internazionale, è in grado di veicolare tale interesse su scala locale, offrendo ai propri clienti servizi di consulenza tailor-made in linea con le strategie di espansione di operatori ed investitori.
Francesco Calia, Head of Hotel Italy - CBRE Hotels